Vai al menù principale |  Vai ai contenuti della pagina
Questo articolo è stato letto 1128 volte
Pubblicato il: 18/09/2017    Segnala pagina su Facebook Segnala

INIZIATO MONITORAGGIO ERSAF TARLO ASIATICO

INIZIATO MONITORAGGIO  ERSAF TARLO ASIATICO

Anche quest'anno i tecnici di ERSAF si sono attivati per effettuare il monitoraggio del Tarlo Asiatico, ovvero mettersi alla caccia della cerambice “Anoplophora chinensis” chiamata anche “Tarlo Asiatico”. Si tratta di un insetto innocuo per l'uomo, ma molto pericoloso per le piante.

Questo insetto di origine asiatica si nutre di legno; dopo essersi insediato in un albero si riproduce velocemente e ne divora l'interno. Da adulto è riconoscibile per il colore nero con macchie bianche sul dorso. Le antenne hanno segmenti alternati nero bluastri e bianchi. L'acero è la specie che il Tarlo Asiatico predilige attaccare, praticando veri e propri buchi nel tronco del diametro di circa 1,5-2 cm dai quali inizia il progressivo deperimento della pianta. Non sono immuni betulle, faggi, carpini, ippocastani, ontani, noccioli, platani, meli, peri e lagerstroemie.

Per controllare il suo insediamento nel territorio cittadino, i sigg.ri Broggi Daniele e Laddaga Lorenzo, agronomi dell'ERSAF (Ente Regionale per i Servizi all'Agricoltura e alle Foreste) di Regione Lombardia, muniti di tesserino di riconoscimento, effettueranno i sopralluoghi casa per casa.